CDTI%20spinoff%20UICT-MENTOR%20%5B10-12-15%5D.pdf

A TUTTI GLI ASSOCIATI CDTI

‘Call for interest’ nell’iniziativa MENTOR (V. presentazione allegata)

Recenti discussioni nell’ambito dei gruppi di lavoro CDTI hanno riguardato l’auspicabilità che gruppi di soci possano collaborare per realizzare progetti e fornire soluzioni innovative al mercato utilizzando il significativo patrimonio di professionalità e competenze accumulate dai nostri associati. Si potrebbe pensare di fornire assistenza e supporto ad Investitori, Centri di Formazione e Ricerca, Associazioni di Categoria, ecc.  nella messa a punto strategico-operativa di programmi, progetti, iniziative e startup. D’altra parte, il CDTI è un’associazione per lo sviluppo sociale, economico e industriale del Paese attraverso l’utilizzo delle tecnologie informatiche, ed è quindi inerentemente impegnato a promuovere azioni nel senso indicato.

La costituzione di iniziative di mercato sotto l’“ombrello” CDTI  (spinoff CDTI o simili) porterebbe ad una significativa situazione “win-win” per CDTI e tali iniziative:

  • CDTI metterebbe a disposizione il brand name con il suo bagaglio di reputazione, immagine e network di professionalità, e in cambio ne ricaverebbe ulteriore visibilità e ‘patente’ di impegno concreto e proattivo allo sviluppo socio-economico del Paese;

  • Le iniziative trarrebbero vantaggio e credibilità sia dal brand name CDTI che dalla possibilità di attingere a competenze specifiche di persone ed aziende facenti capo al Club – eventualmente ‘contrattate’ su base consapevole e volontaria;

  • sarebbe possibile (giuridicamente) finanziare le attività delle iniziative, mettendo a frutto le significative competenze in ambito CDTI ed essendo remunerati dal mercato  per il relativo impegno.

Tanto premesso, quanto sotto e nel file allegato intende portare a conoscenza dei soci lo stato di avanzamento dell’iniziativa MENTOR menzionata all’Assemblea del 21 maggio 2015 (“CDTI Academy / Innovation”), nell’eventualità che possa essere di interesse per taluni soci, con cui discutere eventuali collaborazioni e approfondimenti operativi per il lancio dell’iniziativa.

Lo scorso marzo sono stati costituiti i Gruppo di lavoro “Università” e “Startup e Investitori”, con lo scopo di promuovere, tra l’altro, occasioni progettuali di alto livello, favorendo l’incontro della domanda di sviluppo tecnologico in ambito ICT con l’offerta di competenze specialistiche che la formazione universitaria rende – o dovrebbe rendere – disponibili.

Lo sviluppo economico nella società della conoscenza (economia digitale) passa infatti per una efficace collaborazione istituzionale tra Formazione, Ricerca, Innovazione ed Impresa, in linea con le priorità europee di sviluppo economico e occupazione, e con i requisiti di crescita e internazionalizzazione delle Imprese — V. ad es. il ‘triangolo della conoscenza’ dell’European Institute of Innovation & Technology (www.eit.europa.eu), riportato nella slide n.12.

D’altra parte, nell’attuale crisi economica e trasformazione dei modelli produttivi / occupazionali nell’economia digitale, la ricerca di occupazione stabile è sempre più difficile, e la creazione di nuovi posti di lavoro passa anche attraverso la necessità che i giovani imparino a costruire e lanciare proprie iniziative imprenditoriali / startup, a partire dalla formazione accademica all’imprenditorialità e alle competenze digitali.

Tali temi sono attualmente poco considerati a livello di corsi di laurea, mentre è realisticamente interesse di molti studenti universitari (indipendentemente dai Dipartimenti) disporre di competenze interdisciplinari di base sugli argomenti citati. Dopodiché, sarebbe importante pensare a come concretamente realizzare incubatori delle nuove professionalità nell’economia della conoscenza.

A tale scopo, l’iniziativa UICT-MENTOR ha come missione Università, Impresa, Credito e Territorio (UICT) per l’innovazione e lo sviluppo di Impresa, mediante la fornitura di servizi ‘one stop shopping’ di (a) alta formazione (imprenditoriale e competenze digitali), (b) supporto e coordinamento di progetti di ricerca e innovazione, (c) trasferimento tecnologico / open innovation, (d) supporto nel finanziamento a spinoff / startup (crowd funding, private equity, …), (e) mentoring / interim management, aggregazione e internazionalizzazione startup, … — V. allegata presentazione. MENTOR ambisce al ruolo di aggregatore di una “Federazione di Innovazione” con Università, Investitori, Consulting companies, Technology vendors, …, stakeholder fondamentali per lo sviluppo di innovazione (V. il citato ‘triangolo della conoscenza’ www.eit.europa.eu).

Una tale catena ‘one stop shopping’ per l’innovazione e lo sviluppo di Impresa – che inizia ad essere recepita in talune realtà operative, come ad es. il recentissimo ‘GALA Lab’ (www.galalab.eu) – sarebbe la prima in Italia e realisticamente più efficace rispetto ad altre iniziative con obiettivi più o meno analoghi, stanti le competenze multidisciplinari strategico-operative del network di esperti e la copertura dell’intera filiera dell’innovazione — e non di sottoinsiemi della stessa, come di solito fanno coloro che si occupano di formazione / progetti, ovvero finanziamento, ovvero incubazione / accelerazione, …

Come sopra specificato, la presente call for interest intende verificare l’eventuale interesse di alcuni soci a contribuire – con le loro competenze e disponibilità di tempo e risorse – alla realizzazione dell’iniziativa illustrata — in tutto (gradualmente) o in parte. Tra i punti qualificanti di MENTOR la possibilità di generare ricavi attraverso:

  1. incarichi e contratti da organizzazioni e persone interessate ad advisory strategico, tecnico ed economico sulla fattibilità di progetti / startup innovativi; 

  2. incarichi e contratti da Investitori, Technology Vendor, Consulting Company, … interessati a soluzioni / integrazioni / applicazioni innovative e riduzione dei rischi di investimento;

  3. partecipazione con Aziende, Atenei, Centri di Formazione e Ricerca, ecc. a studi e programmi di ricerca finanziati (MIUR, Horizon 2020, MiSE, Fondi Regionali, …) su temi specifici e settori merceologici con utilizzo di strumenti e/o piattaforme ICT;

  4. protocolli di assistenza a professori e studenti di Atenei e Centri di Formazione e Ricerca nella messa a punto strategico-operativa (ed eventuale partecipazione equity) di programmi, progetti, iniziative e startup  — coaching, mentoring, interim management, …

  5. eventuale partecipazione al network di esperti nelle varie discipline.

Chi fosse interessato a prendere parte attiva all’iniziativa – mediante impegno concreto nelle attività di messa a punto (documentazione di dettaglio, relazioni istituzionali, scouting bandi / preparazione proposte per finanziamenti nazionali ed europei, contatti con possibili investitori / fondi private equity, …) e disponibilità ad impegnare eventuali risorse finanziarie seed nella fase di lancio – è invitato a contattare lo scrivente al riguardo, onde discutere i vari aspetti e definire obiettivi, ruoli, piani operativi ed azioni.

Cordialmente

 

Fulvio Ananasso

f.ananasso@cdti.org

Condividi:

Lascia un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.