“Ricorrono 700 anni dalla nascita di Dante Alighieri (1321-2021): giustamente l’Italia non può non ricordare il grande Vate nazionale. Noi lo ricordiamo per la sua moderna personalità poliedrica, per la sua partecipazione attiva agli eventi politici e sociali della sua epoca, per il respiro globale di studioso e fondatore della lingua italiana. La nostra rivista lo ricorda perché si occupa, come Dante Alighieri, con un approccio globale ed interdisciplinare dei problemi della nostra epoca, partecipando agli eventi scientifici e culturali, sociali e politici come può fare una rivista di studiosi di diritto, economia, management.

In questo numero Roberto Pasca di Magliano (Etica e innovazione nella governance pubblica) affronta un tema cruciale. La conclamata riforma della Pubblica Amministrazione, insieme a quella della Giustizia, è da anni additata come riforma prioritaria ed essenziale per ridurre l’insopportabile divario tra cittadini e Stato, per snellire le procedure attuative che seguono ad ogni provvedimento legislativo ed anche per accrescere la credibilità internazionale del Paese.

In tema di Covid-19, Enzo Chilelli (Rivoluzione organizzativa e digitale in sanità) rileva che già a marzo 2020 ma ancora di più ad ottobre 2020 il ritorno violento dell’epidemia ha mostrato e dimostrato come i modelli organizzativi della sanità, e non solo, siano “datati”, vecchi, scarsamente funzionali, formalistici, inutili, costosi e dannosi per la società.

Sara Sergio (Il diritto d’accesso procedimentale e il diritto d’accesso civico: due istituti apparentemente simili, ma diversi) interviene con un contributo sull’istituto del diritto d’accesso procedimentale e di quello civico evidenziandone gli elementi in comune e le relative differenze. Particolare attenzione poi viene data alla legittimazione attiva all’accesso, anche da parte delle organizzazioni sindacali, evidenziandone le ipotesi in cui tale legittimazione è riconosciuta.

Di Serena Fiona Taurino (La valutazione della performance fra New Public Leadership e Public Service Motivation) uno studio sulla Public Service Motivation (PSM)che sta emergendo come dominio distintivo e autonomo negli studi sulla gestione pubblica.

Paolo Pastore (La democrazia partecipativa attraverso l’e-democracy) si occupa del ricorso sempre più frequente, a livello comunitario e nazionale, a varie tipologie di strumenti normativi ed operativi che prevedono processi deliberativi partecipati di tutte le fasi del processo decisionale, e che si avvalgono anche delle opportunità offerte dalle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione in grado di favorire scambi dei flussi informativi sia orizzontalmente sia verticalmente.

Nel suo articolo Giovanni Di Trapani (Il comparto assicurativo della Campania: un’analisi per localizzazione, specializzazione e clusterizzazione dei settori di attività) attraverso strumenti statistici effettua un’analisi delle identità e delle vocazioni economiche e produttive del comparto assicurativo della regione Campania con l’obiettivo di fornire un focus sulle così dette ‘aree sistema’ delle cinque province campane.

Vincenzo Franco (Il regolamento per la gestione del protocollo informatico come mezzo per l’attuazione della trasparenza amministrativa: un obiettivo non realizzato) tratta un argomento molto importante nel settore delle amministrazioni digitali.

Il contributo di Francesco Capalbo, Giovanni Gerardo Parente, Margherita Smarra, Marco Sorrentino (Gli effetti della riduzione delle entrate sull’andamento della spesa dei comuni italiani) riguarda un tema particolarmente significativo relativo alle entrate dei comuni italiani.

L’articolo di Basilio Pertosa (Titolari di incarichi politici, di governo e dirigenziali. Trasparenza ed obblighi di pubblicazione) costituisce un contributo interessante sugli obblighi di pubblicazione per i titolari di incarichi politici, di amministrazione, di direzione o di governo e per i titolari di incarichi dirigenziali nell’ambito della normativa di cui al decreto legislativo 14 aprile 2013, n. 33 (“Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”).

Mauro Biasotto presenta un caso di appalti pubblici digitali (Enti locali e appalti pubblici digitali. Un caso applicativo).

Francesco Giacomo Santoro (Applicazione del “Lean six sigma Management” nella Pubblica amministrazione) presenta i risultati di uno studio effettuato nell’ambito di un master universitario di secondo livello.

Di Carlo Morselli pubblichiamo un saggio molto articolato sui reati informatici (giurisprudenza e dottrina) area tematica scientifica e disciplinare in via di grande evoluzione in ragione dello sviluppo e dell’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.”

Da: CLIOedu.it

CLICCA QUI PER LEGGERE LA RIVISTA!

Lascia un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.