Privacy e lavoratori: dal Jobs Act ai diritti dell’uomo

Vi segnalo l’interessante articolo della nostra socia – Avv. Valentina Frediani – sul tema del controllo da parte del datore di lavoro delle email aziendali dei propri dipendenti.

La Corte Europea dei diritti umani ha ritenuto ammissibile il controllo sulle comunicazioni dei dipendenti attraverso gli account forniti dall’azienda. Non c’è violazione della privacy e il licenziamento è legittimo se dalla verifica emerge un utilizzo a fini personali”.

Leggi l’intero articolo su Punto Informatico.

Condividi:

Lascia un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.